T3
T3
T3
T3
T3
T3
T3

  • Facebook
  • Twitter
  • Tumblr

T3 is a Tree-Time-Tool to rediscover the opportunity and pleasure of being under a tree. A simple gesture, almost intimate; an hug; a constructive device/technology; a combination of existing easy available products to make a colonizing element. The purpose is to have a tool  closely cooperating  with the environmental context in which it is attached, a symbiosis between animate and inanimate, between artificial and natural: T3 lives thanks to/with the tree. The low development cost, as also the simplicity and sustainability of  materials, let T3 be an ideal tool for a national park, but also a suitable tool to contaminate urban and suburban green spaces, natural or man-made. The first generating key is a basic principle of the hanging shelf, the same used by the natives during the harvesting of coconuts, but with a technological device that can provide stability to the system. The second one is the module, the simple, repeatable and compounded, customizable  element. As a portable platform it can be suitable for many usage. Within a National Park T3 is a gadget-memory to sell to visitors since their arrival, designed and built with the help of local craftsmen and customizable with logos of organizations, sponsors, information and messages; easy way to picnic exhibitor must for the sale of native flower essences, but also convenient table on which to have brochures and souvenir cards, ready stool for musicians during a concert in the woods for birds roost and feed trough … Within the town or along the paths it can be used to set up a weekly or daily market where to sell local products, or even just stopping to read a good book outdoor. A flexible system for human imagination, then, whose only desire is to live closer to a tree.

Un gesto semplice, quasi intimo, un abbraccio, un accorgimento costruttivo/tecnologico essenziale, una combinazione di prodotti esistenti, già in produzione su scala industriale e di facile reperibilità per la creazione di un elemento colonizzatore, di un gadget dalla portata urbana. Il proposito è la realizzazione di un tool (strumento) strettamente cooperante col contesto ambientale nel quale va ad inserirsi, di una simbiosi tra animato e inanimato, tra materia artificiale e naturale: l’oggetto vive dell’albero e solo con l’albero. I bassi costi di realizzazione, la semplicità e la sostenibilità dei materiali, fanno del un ideale strumento per un parco naturale quale quello delle Gole del Sagittario, ma allo stesso tempo atto a contaminare ovunque spazi di verde urbano ed extraurbano, naturale o antropizzato. Il primo principio generatore è quello basilare della mensola appesa, lo stesso adoperato dagli indigeni durante la raccolta del cocco, ma con un espediente tecnologico in grado di garantire stabilità al sistema. Il secondo è quello del modulo, dell’elemento semplice, ripetibile e addizionabile, personalizzabile. La sua natura di appoggio associata alla facile trasportabilità rende il sistema performante per qualsiasi tipo di utilizzo. All’interno del parco esso è gadget-ricordo da vendere ai visitatori già dal loro ingresso, pensato e realizzato con il contributo degli artigiani locali e personalizzabile con loghi di enti, sponsor, informazioni e messaggi; facile sistema per pic-nic; espositore necessario per la vendita di essenze floreali autoctone, ma anche comodo tavolino sul quale disporre brochure informative e cartoline ricordo; pronto sgabello per i musicisti durante un concerto nel bosco; mangiatoia e posatoio per uccelli… All’interno del paese o lungo i percorsi che ricondurranno ad esso può essere utilizzato per allestire un classico mercato settimanale o giornaliero dove vendere i tanto famosi prodotti locali;  o anche solo per fermarsi a leggere un buon libro all’aperto e col paesaggio a noi più consono. Un sistema duttile alla fantasia umana, dunque, la cui unica volontà è quella di volere vivere accanto un albero.

T3

  • Categories
  • Research
  • Concept
  • Paolo Emilio Bellisario Andrea Cingoli
 

Clients

client logos
 
Back to top