5 CONCETTI IN 5 PROGETTI – “filosofia progettuale” digeribile

  • Facebook
  • Twitter
  • Tumblr

Credo che il modo migliore per raccontare il nostro studio sia quello di trascrivere alcune delle mille descrizioni fatte in questi anni a familiari, amici, parenti: persone quasi mai addette ai lavori appartenenti a realtà lavorative diverse da quelle che vivo. Cinque concetti chiave per altrettanti lavori. Nessuna classificazione netta, ma solo “filosofia progettuale” digeribile.

LIFE STYLES – stili di vita, modelli culturali e relativi comportamenti

Progetto: Din-ink
Desgin by: ZO_loft
Collaborator: Tulton s.r.l.
Client: Fiftytwoways ltd
Materials: PP
Design (period): 2008
Completion (year): 2008
Awards: first prize Macef International Design Award 2008

È quasi un obbligo iniziare a parlare di ZO_loft presentando Din-ink. Si tratta di un piccolo kit eco-compatibile: un set di tappi pensati per sostituire, durante le pause pranzo lavorative, il tappo di una comune penna a sfera per trasformarla, così, in coltelloforchetta e cucchiaio, fin quando ve ne sia la necessità. Il tutto è progettato per essere distribuito e riposto all’interno di una confezione richiudibile da tenere nella tasca di un pantalone, nel taschino di una giacca o in borsetta. Din-ink nasce dall’esperienza personale, dall’analisi fatta su noi stessi, sui nostri stili di vita, da oggetti e abitudini comuni come quella di mangiucchiare il tappo di una penna.

FLESSIBILITA’ - facilità a variare, a modificarsi, ad adattarsi a situazioni o condizioni diverse: fattore tempo

Progetto: Moody+Pluggy
Design by: ZO_loft
Partner: Anna Lancia
Materials: organic cottons
Design (period): 2009
Completion (year): 2010

Moody fa parte della nostra linea di tessili Pop Hand Made realizzata grazie al contributo di piccoli laboratori sartoriali italiani. È una tovaglia in tessuto denim che ripropone in tavola il classico di dietro del jeans. Nel quotidiano le tasche permettono di conservare il telecomando, il giornale, il tovagliolo, ma in occasioni speciali permettono di nascondere al loro interno bigliettini, regali per gli ospiti o di inserire i segnaposti. Gli amici invitati a cena, possono infilare cellulari, i-pod e chiavi nelle tasche della tovaglia. Così non restano in giro e soprattutto non restano sul tavolo mentre si mangia. I passanti possono essere utilizzati per appendere occhiali, moschettoni o personalizzare la tavola usando nastri colorati come fossero cinture. Se gli amici sono tanti ed è necessario allungare il tavolo, la zip centrale permette di utilizzare Moody con flessibilità in combinata con i runner Pluggy per prolungare la tovaglia insieme al tavolo.

SOSTENIBILITA’ – ambientale, economica e sociale.

Progetto: Wheelly
Design by: ZO_loft
Partners: CISIA s.r.l. ;Logical Art; Officine Fratelli Rosati snc, BOX Art Festival
Materials: recycled stainless steel
Design (period): 2005
Completion (year): 2009
Awards: Nomination for Well Tech Award 2009 – “Quality of life” category

Essere sostenibili è da intendersi come un processo continuodurante il quale si tenta di coniugare tre aspetti fondamentali e inscindibili: ambientale, economico e sociale, tenendo conto delle loro reciproche interrelazioni. Il progetto che meglio le racchiude è Wheelly: un carrello studiato per senzatetto, nuovi nomadi urbani, popolazioni del terzo mondo, chiunque abbia necessità di coniugare requisiti di mobilità, protezione e trasporto. Forma e dimensioni ne favoriscono il passaggio attraverso le aperture più strette così come il superamento di gradini e ostacoli. Progettato con materiali riciclati e riciclabili, tecnologicamente si comporta come un grosso cuscinetto a rullo lasciando il telaio in alluminio svincolato dal movimento dei copertoni. Così il bagaglio, contenuto in un sacco o appeso alla ghiera forata, rimane immobile all’interno della scocca metallica. Nell’arco delle 24 ore Wheelly può essere utilizzato come carrello, seduta o rifugio. Di notte la tenda funge da riparo e restituisce privacy e intimità. Di giorno il carrello offre la possibilità di veicolare messaggi che permettono da una parte di ammortizzare i costi di realizzazione e dall’altra di rendere visibili gli invisibili.

STRATEGIA – individuare gli obiettivi di un progetto, predisponendo i mezzi e le linee di azione per conseguire risultati con il minor “sacrificio” possibile.

Progetto:4Kans
Design by: ZO_loft
partner: Lamidea
collaborator: Tanzilli srl, Sora (FR)
Materials: recycled stainless steel
Design (period): 2009
Completion (year): 2009
Awards: Shortlisted for Blue Ribbon Design Award 09

4kans è un utensile semplice e inossidabile studiato per promuovere l’aperitivo con la birra italiana. Realizzato riciclando 4 lattine di birra, da un lato stappa, dall’altro è una forchetta per spizzicare. Le piccole dimensioni, i bassi costi di lavorazione e produzione, i materiali riciclati e riciclabili, sono frutto di una strategia pensata per un prodotto che vuole essere “pop”, che rispetti l’ambiente ed evidenzi l’interesse dell’azienda produttrice a promuovere campagne di sensibilizzazione legate all’eco-sostenibilità.

IRONIA – Socratica. Dissimulazione del proprio pensiero ed insieme interrogazione.

Progetto: Gangster Grater
Desgin by: ZO_loft
Client: DCI – Decor Craft Inc
Materials: Stainless steel with rubber edge
Design (period): 2009
Completion (year): 2010

Gangster grater gioca con ironia sui cliché che accompagnano da sempre l’Italia. È una piccola riproduzione in acciaio inox di una vecchia auto anni ’40 dove la fiancata, crivellata dai colpi di mitra, diventa una grattugia e il cerchione un dosa spaghetti. Mafia, spaghetti e parmigiano per ironizzare su uno stereotipo che film come Il Padrino hanno contribuito a creare. Ma non solo: rifinita da un bordo protettivo in gomma dura, è lavabile in lavastoviglie e può essere interamente riciclata.

Lascia un Commento